Fisicità e Piacere

Imparare a prestare attenzione al corpo

Lo sappiamo tutti:

quando abbiamo mal di schiena o un qualsiasi altro dolore fisico il nostro umore ne risente, ci sentiamo tristi o nervosi o arrabbiati. Così come quando il nostro corpo è rigido, teso o quando ci sentiamo gonfi o pesanti il nostro modo di pensare è meno lucido, diventiamo irritabili o di cattivo umore, spesso poi va a finire che ci sentiamo a disagio anche in mezzo agli altri come quando la pancia è gonfia e le gambe pesanti!

Lo stare bene è influenzato e si influenza da molteplici fattori, molti dei quali non possiamo controllare altri invece possono essere modificati: scegliere di non mangiare un cibo che ci disturba, riposare quando ne abbiamo bisogno ma anche imparare a rilassare una zona tesa e contratta, respirare in modo profondo, fermare il rumore fastidioso della nostre mente … piccoli dettagli che possono fare cambiare la qualità della nostra vita. La fisicità di cui parliamo e scriviamo è proprio questa, la possibilità di creare uno stato di silenzio e calma, recuperare l’abilità di respirare  e rilassarsi, mettere il corpo nella condizione migliore per stare bene per influenzare il nostro umore e i nostri pensieri. Agire questa volta  a partire dal corpo non solo attraverso esercizi di movimento ma soprattutto attraverso esercizi di attenzione che ci sostengano e ci rendano consapevoli del meccanismo necessario per poter “recuperare” la nostra fisicità, per poter stare bene o al meglio delle nostre possibilità.

Quando il nostro corpo diventa uno strumento, un oggetto e lo “usiamo” ne abusiamo. Quando smettiamo di prendercene cura,  e lo sfruttiamo allora perdiamo questa possibilità. Ci allontaniamo dalla nostra fisicità e diventiamo “tutta testa” e ci affatichiamo, ci irrigidiamo fino a che il corpo ci costringe a prenderci nuovamente cura e risveglia la nostra attenzione con una tensione, una rigidità, un dolore, una stanchezza …

Prendersi cura ogni giorno sembra un atto difficile?  In realtà richiede solo un po’ di pratica ed allenamento, piccoli gesti quotidiani per imparare come fare:

  • silenzio nella nostra mente,
  • rilassare le tensioni accumulate,
  • lasciare andare gli sforzi inutili,
  • imparare a non reagire in modo automatico alle avversità quotidiane ma imparare a “lasciarsi andare”…

Per migliorare la qualità della nostra vita, per recuperare parte del nostro istinto spesso represso, per dare spazio ad un ascolto maggiore di noi stessi che coinvolga non solo il pensiero ma anche le sensazioni e le percezioni.

Perchè non sperimentate questo semplice esercizio di attenzione? Esercizio di attenzione trasformare il dolore

Aggiornateci sui vostri risultati